Sii la prima fan di te stessa

Sono tornata sui banchi. L’ho fatto perché mi piace, perché è una cosa che ho sempre amato. Anche se la sera crollo, sul letto, accanto a Emmebi che dorme, e anche se ho davvero sempre tredicimila cose da fare, mi rendo conto che non potrei fare altrimenti.

Mi sono sempre sottostimata: fino a pochi anni fa, davvero pochi, pensavo di dover ringraziare chi voleva essere mio amico, fidanzato, o chi voleva dividere il suo tempo con me. Questo perché la società ci droga di arrivismo e potere.

Tuttavia, mi è sempre piaciuto essere diversa

Non so se mi reputo intelligente, mi reputo sicuramente curiosa e tenace. Non mi sento mai arrivata, anche se ho un buon lavoro, un ottimo partner e una vita soddisfacente. La mia mente è un pozzo inespresso di idee, una ne faccio e cento ne penso. Mi rendo conto che così sicuramente corro il rischio di perdermi, di fare tutto male e in maniera imprecisa. Ma non potrei fare altrimenti, non potrei essere diversa e morirei se lo fossi. Quello che mi è sempre piaciuto è considerare la mia vita un percorso in divenire.

Come una strada che si modifica di continuo, piena di intersezioni, deviazioni, percorsi. sono una maestra nel lasciare la strada vecchia per la nuova, nel considerare le piccole deviazioni come occasioni di arricchimento e scoperta.

Un giorno mi perderò, di certo

Vorrei essere pragmatica, vorrei che la sera mi piacesse vedere Netflix per passare le ore, vorrei annoiarmi, ma non riesco. Un giorno mi perderò, sicuramente, nei meandri della mia mente e della mia curiosità. Per questo ho sposato Emmebi: è un’ancora salda, che mi tiene legata a terra e che mi impedisce di perdermi troppo: mi riporta alla realtà quando svariono troppo e mi perdo dietro l’ennesimo progetto che vorrei coltivare.

Nel frattempo, ho imparato ad essere la prima fan di me stessa: a non sottostimarmi e a nutrirmi di quell’energia vitale che viene dalla mia curiosità e dai miei progetti. Il mio proposito per il 2019 è imparare a focalizzarmi su una cosa per volta, per non perder tempo ed energie dietro mille cose inutili. Nel frattempo, mi godo la nuova consapevolezza di me stessa: sono una donna che ha costruito tutto da sola, partendo il 31 agosto del 2005 con una valigia e un papà, mio primo fan.

Alle ragazze posso dire

Sii la prima fan di te stessa: sii forte e coraggiosa e non permettere a nessuno di dirti cosa e come devi farlo. Sii onesta con te stessa: ama solo se ti va, fai l’amore solo se ti va e fallo con chi ti va. Non temere il giudizio della gente, tanto non saranno mai contenti, e fai quello che vorresti fare da sempre. Ogni tanto, nell’incertezza, rischia e tieniti tre buone amiche con cui condividere risate, successi ed insuccessi. Ma soprattutto, tieni lontano i vampiri e gli invidiosi: per la mia piccola esperienza, di avvoltoi è pieno il mondo. Vorrebbero vederti cadere, ma non dargliene la soddisfazione: piuttosto rialzati e cerca di andare avanti. Un giorno troverò la mia strada: nel frattempo, lasciatemi godere le mie mille deviazioni. legs-434918__340

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...